Insegnante:  Alessia Gentile

Sala Endas Viale Roma 3/b Cervia

Martedì/Giovedì 20.30/22.00

Inizio corso: 17 Settembre

Alessia Gentile incontra il Raja Yoga all’età di 20 anni e, dopo un periodo dedicato principalmente alla meditazione, si apre alla conoscenza dello Hatha Yoga, arricchendo la sua pratica con asana e pranayama.

A 36 anni sente il desiderio di diventare insegnante di yoga e si iscrive all’Efoa University, frequentando un anno di Kundalini Yoga insieme all’insegnante Françoise Berlette.

Nel 2013, decide di proseguire il suo percorso di formazione alla Libera Scuola di Hatha Yoga Hamsa, fondata e diretta dal maestro Maurizio Morelli, ideatore del Metodo Pranayoga.

Attualmente Alessia è insegnante certificata CONI e collabora dal 2015 con l’Associazione Endas di Cervia per promuovere la pratica dello yoga, insieme a stili di vita consapevoli e naturali.

Negli stessi anni in cui studia yoga, frequenta corsi di Pranic Energy Healing conseguendo il diploma di II livello della Scuola Medica Chi Kung Esteriore, secondo gli insegnamenti di Master Choa Kok Sui. Laureata in Scienze della Formazione, lavora per il Comune di Ravenna all’interno dei servizi per la primissima infanzia, dedicandosi alla creazione e realizzazione di progetti yoga per bambini.

DESCRIZIONE DISCIPLINA

HATHA YOGA

Lo Hatha Yoga è una forma di Yoga basato su una serie di esercizi psicofisici, originati nelle scuole iniziatiche dell’India e del Tibet.

<< “Ha” significa sole, che è il sole del nostro corpo, cioè l’anima, e “tha” significa luna, che è la nostra coscienza. L’energia del sole non si attenua mai, mentre la luna svanisce ogni mese e poi di nuovo da luna nuova ridiviene piena. >>

(B.K.S. Iyenger)

Lo Hatha Yoga è, da un lato, lo yoga del sole e della luna, intesi anche come principio maschile e femminile, dall’altro, è lo yoga della forza perché sviluppa una prodezza fisica notevole e insegna a dominare l’energia cosmica presente nell’essere umano, manifesta come respiro, e quindi a conseguire un sicuro controllo della cosa più instabile e mobile che si possa immaginare, ossia la mente, sempre irrequieta, sempre pronta a distrarsi e a divagare.

Si tratta di una pratica energica, perché risveglia corpo e coscienza, ed energetica, perché libera l’energia vitale, e contempla una serie di tecniche:

ASANA, sono posture del corpo con le quali il praticante amplifica le caratteristiche e le attitudini mentali. Ogni postura fa confluire maggiore prana verso specifiche parti del corpo, irradiando le relative nadi ed i chakra interessati. Le posture, quindi, non hanno solo lo scopo di rendere forte e flessibile il corpo, ma sono strumenti per incanalare l’energia nelle diverse parti del corpo, irradiandole di luce, l’energia vitale;

PRANAYAMA, è un insieme di esercizi di respirazione che consente l’accumulo, la distribuzione, l’assorbimento, e l’utilizzo dell’energia vitale, il prana. Attraverso il controllo del respiro il praticante è in grado di purificare il corpo e la mente;

SATKARMAN, pratiche di purificazione psico-fisica;

MUDRA, posizioni particolari di mani, corpo e lingua;

BANDHA, contrazioni muscolari di determinate parti del corpo, da eseguire anche in associazione ad asana o pranayama;

RILASSAMENTO, consiste in una pausa rigeneratrice tra un’attività e l’altra. Gli esercizi di rilassamento agiscono sia a livello fisico che mentale e costituiscono una premessa alle tecniche di meditazione;

MEDITAZIONE, l’unione del meditante con l’oggetto meditato, l’unione dell’anima individuale con l’Anima universale.

Praticando sistematicamente asana, pranayama, concentrazione e meditazione si altera il funzionamento dei sistemi ormonale e nervoso, facilitando l’insorgere di stati di rilassamento profondi e alterazioni di coscienza. Tutta questa serie di tecniche possono offrire benefici in fatto di riduzione di stress, lievi patologie cardiocircolatorie e respiratorie, maggiore ben-essere generale.

In particolare, il metodo Pranayoga, ideato da Maurizio Morelli e con il quale ho fatto esperienza diretta nei miei anni di studio, aiuta ad avere maggiore consapevolezza delle nostre potenzialità e ad accettare i nostri limiti. Il Pranayoga è lo yoga dell’energia vitale, un insegnamento preciso e allo stesso tempo morbido, che ci porta a cogliere le sfumature più sottili di ogni singolo movimento e ad ascoltare i suoi effetti a livello fisico, pranico e mentale.